I Quattro Attrezzi

 

Nella ginnastica artistica, sia maschile che femminile, esistono vari attrezzi:

per quella maschile troviamo: la sbarra, gli anelli, la parallela, il corpo libero, il volteggio e il fungo.

Per quella femminile invece troviamo: il corpo libero, il volteggio, la parallele asimmetriche e la trave.

Io faccio ginnastica artistica femminile perciò vi vorrei spiegare un’po’ gli attrezzi.

Il corpo libero  (il mio attrezzo preferito) è uno di questi quattro attrezzi. Si svolge su una pedana di m. 12 x 12 oppure su una striscia lunga anche questa tra i 12 e 15 metri. Viene eseguito con un accompagnamento musicale. La durata di una performance può essere compresa tra 1’10 e 1’30. Nel esebirsi bisogna eseguire elementi acrobatici, salti ginnici, giri e coreografia che vada a ritmo con la musica. Su questo attrezzo vorrei darvi un consiglio: se tenete la testa alta e un bel sorriso sulla faccia piacerete molto ai giudici così prendendo un punteggio più alto.

Le parallele è un altro di questi quattro attrezzi. Si compongono di due staggi di legno o di fibra di vetro lunghi 2,40 metri a diversa altezza (1,55 m. e 2,35) regolabili in altezza e distanza. Le ginnaste devono eseguire movimenti di slancio con passaggi fra i due staggi con il corpo squadrato o disteso, a gambe unite o divaricate. Alcune atlete preferiscono utilizzare paracalli o garze per proteggere i propri calli, ma io preferisco usa acqua, miele e magnesio.

La trave è uno dei quattro attrezzi. È costituita da un’asse di legno rivestia con un’imbottitura antisdrucciolevole lunga 5 metri e larga 10 centimetri, posta ad un’altezza di 1’20 metri dal suolo. La durata dell’esercizio è (come il corpo libero) compresa tra 1’10 e 1’30. Oltre l’entrata e l’uscita, l’esercizio deve comprendere salti artistici, piroette, equilibri, verticali, rotolamenti, rovesciamenti, ribaltamenti con o senza posa di mani, salti e giri.

L’ultimo di questi è il volteggio. Si compone di diverse fasi: la rincorsa (non superiore a 25 metri) , la battuta sulla pedana elastica, un primo volo con arrivo in appoggio sulle braccia, sulla tavola – che di recente ha sostituito il cavallo – la spinta, il secondo volo e l’arrivo sui tappetti. Io, che sono in una categoria più bassa perché non ho ancora compiuto 12 anni,  invece di utilizzare una tavola uso il tappeto alto circa 1’20 metri.

Qual è il vostro attrezzo preferito???

This entry was posted in Articles. Bookmark the permalink.

One Response to I Quattro Attrezzi

  1. Melissa says:

    Il mio attrezzo preferito è parallela mentre quello che mi piace meno è trave

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>